Quantcast

COMUNICATO – Cannavaro

In riferimento alla contestazione contro Cannavaro o meglio contro il suo ritorno in maglia bianconera, noi VIKING JUVE CURVA NORD, teniamo a chiarire la nostra attuale posizione, che terremo per l’inizio del campionato il 23 Agosto.


Anzitutto ribadiamo con forza che siamo stati gli unici autori di tale contestazione nel ritiro di Pinzolo, dopo avere sottoscritto un comunicato congiunto con altri gruppi della nord e della sud, che non si sono nè visti, nè sentiti. Fatti non parole !!!
Il perché di questa giusta contestazione è noto a tutti, e riguarda il fatto che nella tragica estate 2006 nel mezzo di “Calciopoli”, Cannavaro fu il primo ad abbandonare la nave che affondava, seguito da altri, e mai si sarebbe creduto ad un possibile ritorno di questi giocatori nella Juve. Non bastasse, il 7 Giugno 2009, dopo avere già firmato con la Juve, dichiarò, in ritiro con la Nazionale, che “voleva andare al Napoli, ma De Laurentiis non lo ha voluto”, frase che ha fatto arrabbiare ancora di più i tifosi bianconeri, e che lasciava intendere che la Juve era un ripiego per lui !!!
Il tutto con la preoccupazione che il difensore 36 enne, potesse far parte di un disegno del Clan azzurro, con Lippi e Ferrara, per fare allenare la coppia titolare della Nazionale Cannavaro – Chiellini, utilizzando la Juve come “laboratorio”.

Dopo la durissima contestazione di Pinzolo, c’è stata la volontà del giocatore di incontrarci, per poterci spiegare e il suo abbandono e il suo ritorno. Durante l’incontro, ha ribadito che nel 2006, di fronte ad un quasi fallimento della Juve, la società aveva la necessità di fare cassa, ed avendo lui mercato, è stato venduto al Real Madrid. Lui stava bene a Torino, ma gli eventi drammatici di quella estate, lo hanno spinto lontano dalla società, in comune accordo con la società !!! Lui ha massima stima della Juve, che considera una delle squadre più forti al mondo, se non la più forte, ed è qua non perché qualcuno non lo ha voluto, come aveva fatto intendere il 7 Giugno, ma per vincere e dimostrare di essere ancora un giocatore che può dare tanto a questa squadra. Tanto è vero che quando gli hanno proposto di tornare ha accettato subito con entusiasmo, voglia e senza parlare di cifre.


Riguardo la frase su De Laurentiis, era riferita al fatto che lo stesso presidente del Napoli lo aveva letteralmente disprezzato, definendolo vecchio ed inutile per la sua compagine.
Per ultimo, prendiamo atto del suo rapporto con giocatori o amici che hanno fatto la B, con i quali ha sempre avuto un buon rapporto, ed hanno visto il suo ritorno con entusiasmo.
Dopo l’incontro chiarificatore col giocatore, da una parte, e l’incredibile sforzo economico da parte della società dall’altra, (la Juventus non ha mai speso in 112 anni di storia tali cifre, 51 milioni di euro per il mercato !!!), e viste le sensazioni positive che ci sono quest’anno intorno alla squadra, vanificare il tutto per contestare un solo giocatore è sbagliato e stupido, e contestarlo mentre gioca ed indossa la nostra maglia ancora di più, è come darsi una coltellata al cuore per noi tifosi…
Come promessoci, ha indetto una conferenza stampa il 18 Luglio u.s., per spiegare dove sono stati commessi errori da parte sua, e dove ci sono state incomprensioni con i tifosi per qualche suo atteggiamento sbagliato.


Non sarà più un nostro idolo, ma per amore della Juventus non lo contesteremo, perché quest’anno tutti devono dare il massimo per VINCERE, società, giocatori e tifosi.

Leave a Reply